Miglior macchina del pane 2021

Miglior macchina del pane 2021

Cos’è e a cosa serve?

La macchina del pane è un piccolo elettrodomestico che negli ultimi tempi sta conquistando sempre di più il mercato.

È anche vero che la pandemia, che da mesi affligge il nostro Paese, ha permesso di poter riscoprire non solo i valori affettivi ma anche i sapori di una volta, quelli genuini e della tradizione.

Grazie a questo ritorno alla vita di famiglia, abbiamo anche riscoperto la voglia di ricucinare e preparare nella nostra cucina quasi tutte le pietanze.

La macchina del pane è un valido alleato in quest’ambiente in quanto permette di preparare il pane, e non solo, con piccole e semplici operazioni.

Con quest’elettrodomestico, inoltre, sarà possibile anche l’esatto controllo di tutti gli ingredienti utilizzati per la preparazione dei prodotti da noi prescelti.

Il pane industriale non è come quello di una volta e spesso gli ingredienti che lo compongono risultano poco genuini, senza considerare le quantità contenute al loro interno, di difficile misurazione, e non sono certamente un valido conforto per coloro che devono seguire delle diete serrate.

Le migliori del 2021, la classifica.

Tipologie disponibili

Sono davvero tanti i modelli di macchina del pane presenti in commercio.

Quando si è in procinto di acquistare quest’elettrodomestico è bene, prima di tutto, domandarsi quale sarà l’utilizzo che ne vorremo fare e quindi se sia sufficiente una macchina del pane basic o se abbiamo bisogno di uno strumento con molteplici funzionalità.

Le funzionalità, infatti, riguardano soprattutto i vari tipi di pane che si intendono preparare: cestello unico per il pane in cassetta e/o stampi per panini e baguette. Senza dimenticare che non tutte le macchine possono lavorare qualsiasi tipo di farina. Infatti, per impasti piuttosto compatti è consigliato orientarsi su modelli che abbiano una potenza piuttosto alta.

Inoltre, vi sono diverse macchine che hanno la funzione di cottura a più cicli e questa è molto interessante soprattutto se si vogliono preparare anche i dolci e le confetture.

Le macchine per il pane specifiche per chi è intollerante al glutine sono state molto apprezzate in quanto permettono anche di sfornare pane e dolci per persone che non possono ingerire sfornati di farine classiche.

Infine, altro elemento da tenere in considerazione è quello relativo al tempo di cottura, in quanto alcune macchine hanno la predisposizione del mantenimento del calore al termine del ciclo, proprio per mantenere in caldo il pane appena sfornato.

Guida all’acquisto e caratteristiche.

Prima di procedere all’acquisto di una macchina del pane bisogna tenere in considerazione tante caratteristiche, tra le quali la potenza del della macchina (e, quindi, il consumo di energia elettrica), che può variare dai 500W ai 920W: questo dato è da tenere in considerazione in funzione anche del quantitativo di pane che si prevede di preparare, infatti una macchina potente consente non solo di cuocere un maggior peso di pane ma anche di non sforzare il motore della stessa durante l’impasto, preservandola da eventuali surriscaldamenti.

Le quantità di pane sfornabile con questo elettrodomestico vanno in base al cestello che viene fornito in dotazione e possono variare dal mezzo kilo fino al kilo e mezzo.

Sul mercato, inoltre, sono presenti macchine del pane adatte a chi è intollerante al glutine, quindi grazie a questa specifica funzione e con gli ingredienti selezionati e indicati nel ricettario in dotazione, potrà sfornarsi anche dell’ottimo pane senza glutine.

Se, invece, oltre al pane amate preparare anche altre ricette, potete orientarvi su macchine che possono essere utilizzate anche per la preparazione delle marmellate e dello yogurt: funzioni generalmente presenti in quelle che hanno più programmi.

Altra caratteristica da non sottovalutare è quella del numero di pale presenti all’interno del cestello che possono variare da una a due: quelle a due pale permettono di impastare un quantitativo maggiore di ingredienti e di ottenere un impasto liscio e uniforme, senza sottoporre il motore della macchina a sforzi eccessivi.

La macchina del pane con più funzioni che può reperirsi in commercio è dotata di 33 programmi e prevede un timer di avvio ritardato, la regolazione del tempo di cottura, il mantenimento in caldo del pane appena cotto, un avviso acustico che segnala quando inserire gli ingredienti aggiuntivi, la selezione del livello di doratura del pane e una memoria tampone che salva il programma in corso in caso di black out elettrico. Fra i programmi selezionabili ci sono quelli più specifici per la sola cottura o il solo impasto, quello per la lievitazione lunga con la pasta madre e quelli con la lievitazione con poco lievito (il poolish).

Altra immancabile funzione è quella per la pizza e in pochi rinunciano a questa; certo è che il cestello della macchina non è adatto alla cottura della pizza, ma per l’impasto, grazie alla programmazione della lievitazione, sarà possibile preparare la base per delle ottime pizze.

Non tutte le macchine prevedono la dotazione di stampi supplementari come quelli necessari per la preparazione di panini, ciabatte o baguette e non tutte sono provviste di ricettario cartaceo o di misurino o del gancio di estrazione per le pale.